Ricerca globale

Imposta posizione attuale
Unirsi
Esci
While we do our best to ensure the accuracy of our listings, some venues may be currently temporarily closed without notice. Please confirm status on the venue website before making any plans.

Attrazioni che dovete visitare in Kolkata

, 11 Opzioni disponibili

54 Bose Road è uno degli indirizzi più famosi di Calcutta e una tappa importante per ogni turista che visita la città. L'edificio, giustamente chiamato Casa Madre (Mother House), è la sede delle Missionarie della Carità, la visione di Madre Teresa di diffondere speranza e amore ai bisognosi. Ancora oggi, le sorelle della carità di Madre Teresa, vestite con il loro caratteristico sari bordato di blu, continuano a portare avanti la sua volontà. I visitatori possono rendere omaggio alla tomba della Madre e visitare il museo che espone gli oggetti della sua vita quotidiana - sandali e una ciotola consumata che riflettono la sua semplicità. Questo luogo invoca pace e una serie di emozioni diverse e permette di intravedere la vita di uno dei migliori esseri umani mai vissuti.

Belur Math è una bellezza architettonica situata sulla sponda occidentale del fiume Hooghly. Caratterizzato da numerose cupole disposte in armonia estetica, Belur Math è la sede del Ramakrishna Math e della Ramakrishna Mission. Le due istituzioni sono dedicate al "Vedanta", una setta filosofica indù, che promuove fortemente l'armonia tra le religioni. Il Ramakrishna Math, un'organizzazione monastica, e la Ramakrishna Mission, una società dedicata ad attività filantropiche, hanno insieme 171 filiali sparse in India e in altre parti del mondo. All'interno di Belur Math si trovano templi in onore di Ramakrishna Paramahansa, Sarada Devi e Swami Vivekananda, che riflettono diversi stili architettonici e dettagli religiosi. Swami Vivekananda, che supervisionò la costruzione del complesso del tempio, utilizzò simboli del cristianesimo, dell'islam e dell'induismo per ricordare il messaggio di Ramakrishna. Il complesso di 16 ettari ospita anche il Museo Ramakrishna e una libreria. Costruito nel 1938, il Belur Math è la più importante meta di pellegrinaggio di Kolkata e viene solitamente visitato insieme al tempio di Kali, al Path Bari e al Kancher Mandir. È possibile visitare tutti questi luoghi utilizzando il servizio Jetty disponibile all'esterno di Belur Math.

L'iconico Victoria Memorial, un edificio bianco e immacolato realizzato esclusivamente in marmo di Makrana, è immerso tra prati verdeggianti e gruppi di palme ondeggianti. Costruito come tributo alla regina Vittoria d'Inghilterra, questo magnifico edificio è uno dei più bei monumenti della città di Calcutta. Questo maestoso edificio è ricco di storia: Lord Curzon, viceré dell'India, decise di costruire un monumento commemorativo grandioso e regale come la Regina stessa. Situato lungo le rive del fiume Hooghly, il memoriale comprende splendidi giardini, piscine color smeraldo, un museo, statue e busti di importanti personaggi inglesi e indiani. Un fatto importante da notare è che principi e cittadini indiani contribuirono generosamente ai fondi per la costruzione del Victoria Memorial che costò circa 10.500.000 rupie indiane dell’epoca. Enormi pilastri scolpiti, cupole di marmo dai motivi intricati e alte torri testimoniano la maestria degli artigiani indiani che hanno svolto un ruolo fondamentale nella realizzazione dell'edificio. Le gallerie e il museo ospitano cimeli britannici, tra cui dipinti, sculture e oggetti che raccontano eventi importanti della vita della Regina, dalla cerimonia di incoronazione al suo periodo regnante. Oltre questo, il museo custodisce la spada del coraggioso principe e guerriero Tipu Sultan e cannoni che ricordano la battaglia di Plassey. Le parole o una fotografica non rendono giustizia all'opulenza e alla grandezza del Victoria Memorial, un sito che ha catturato i cuori, le anime e l'immaginazione di molti.

La dea indiana Kali è la quintessenza di Calcutta e della sua gente. Uno dei siti più religiosi del Bengala Occidentale, il complesso del tempio di Dakshineswar è caratterizzato da un tradizionale Navaratna bengalese, ovvero uno stile a nove guglie dedicato a Kali e alle sue numerose manifestazioni, in particolare Bhavatarini. Il santuario è circondato da una serie di altri templi più piccoli, tra cui i nove templi di Shiva e il tempio di Radha Krishna. Le sfumature del rosso e del giallo definiscono il tempio di Kali a Dakshineswar e in aggiunta ai vestiti dai colori sgargianti dei pellegrini creano una tavolozza di colori intensa e interessante. Noto anche per essere stato per un certo periodo la dimora del leader spirituale e mistico Rama Krishna Paramahansa, il tempio ospita anche nel suo cortile un santuario bianco, che comprende la statua di Rani Rashmonin Devi (responsabile della costruzione del tempio). Il tempio colpisce subito per l'eleganza della struttura e dispone di un ampio parcheggio che accoglie il flusso regolare dei devoti. Le acque del fiume Hooghly e il Vivekananda Setu fanno da sfondo al tempio, noto per il suo profondo legame con il venerato yogi e mistico Ramakrishna. Il tempio, che si erge maestoso su un piedistallo da cui parte una rampa di scale, è visitato ogni giorno da numerosi pellegrini e rimane affollato la maggior parte del tempo.

Park Street è una strada molto famosa e una delle più importanti di Calcutta. Ha una serie di edifici degni di nota, collegi, showroom e persino un cimitero. Alcuni edifici importanti sono la Asiatic Society, il St Xavier's College e una chiesa avventista. È qui che gli amanti delle feste possono sperimentare la vivace vita notturna della città. La strada è ricca di ristoranti e pub ed è nota anche come "Food Street" o "The Street that Never Sleeps" (la strada che non dorme mai). Park Street si illumina di luci in occasione di Diwali, Natale e Capodanno. Una visita a Park Street è d'obbligo quando si ha in programma una visita a Calcutta.

Costruito per sostituire il vecchio ponte di barche, il nuovo ponte di Howrah fu ribattezzato Rabindra Setu nel 1965, in onore dell'illustre poeta e pittore bengalese Rabindranath Tagore. Tuttavia è ancora conosciuto come ponte di Howrah. Situato tra i ponti Vivekananda Setu e Vidyasagar Setu, questo ponte a sbalzo fu il primo dei tre ponti di Calcutta e fu completato nel 1943. Uno dei ponti più trafficati di Calcutta, che trasporta migliaia di veicoli ogni giorno, il ponte di Howrah svolge un ruolo fondamentale nell'incarnare lo spirito sempre più urbano e lungimirante che avvolge la città. Questo ponte, che attraversa senza soluzione di continuità l'imponente fiume Hooghly, è caratterizzato da una brillante struttura a traliccio ed è il prodotto di un'eccezionale abilità ingegneristica. La concentrazione di veicoli aumenta lungo la brulicante stazione di Howrah, mentre un gran numero di pedoni, venditori ambulanti, commercianti e abitanti del luogo ne fanno una parte essenziale della vita quotidiana di Calcutta. Il ponte di Howrah è una struttura iconica intrisa di una storia indimenticabile con tutte le sue persone e le sue storie, rimarrà sempre un gioiello emblematico della città.

Situato nello stato del Bengala occidentale, in una regione che confina con il Bangladesh, il Parco nazionale delle Sundarban prende il nome dalla sua ricchezza di alberi sundari che formano una vasta foresta di mangrovie estuariali in questo fenomenale parco. Questa distesa densamente boscosa si trova alle porte del più grande delta del mondo, nato dall'unione dei principali fiumi indiani: il Gange, il Brahmaputra e il Meghna. I confini estuariali della foresta sono affiancati da estese di mangrovie che seguono il suo corso, avvolgendo alcune parti della foresta in una tonalità grigia. Il Sundarban è famoso soprattutto per la leggendaria tigre del Bengala che nuota nelle sue acque scure, un'abilità che la questa razza ha acquisito nel corso di diverse generazioni. Circa 400 di questi eleganti felini si muovono nella folta vegetazione del parco e possono essere visti crogiolarsi al sole del mattino da novembre a febbraio. Anche altre creature come leopardi, cinghiali, manguste grigie e volpi abbondano in queste splendide zone di mangrovie. Le Sundarbans sono anche un importante ecosistema per i rettili: i coccodrilli d'acqua salata sfiorano la superficie del delta, mentre i varani strisciano liberamente sul suolo della foresta. Caratterizzato da un affascinante terreno costiero, il parco dei Sundarbans fu inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni dell'Umanità nel 1987.

La cattedrale di San Paolo è una delle "prime chiese episcopali d'Oriente" di Calcutta. Il vescovo Daniel Wilson avviò la costruzione della cattedrale nel 1839 e la completò nel 1847. Progettata dal maggiore William Nairn Forbes, è simile alla Bell Harry Tower della cattedrale di Canterbury nel Kent. Le pareti bianche e immacolate, le vetrate, i pezzi di legno intagliato e gli affreschi ricordano il periodo rinascimentale. Sebbene la chiesa sia stata completamente distrutta per ben due volte, fu restaurata e da allora ha riacquistato la sua bellezza originale. Quando visitate la cattedrale di San Paolo, potete anche visitare le attrazioni della zona come il Victoria Memorial, il Nandan, il parco Mahanagar Peace e il Planetarium Birla.

11 0 5 attrazioni-che-dovete-visitare_TA6 1
Migliore