Ricerca globale

Imposta posizione attuale
Unirsi
Esci
While we do our best to ensure the accuracy of our listings, some venues may be currently temporarily closed without notice. Please confirm status on the venue website before making any plans.

Migliori monumenti in Parigi

, 21 Opzioni disponibili

Fondato nel 1257 da Robert de Sorbon, il cappellano del re Saint-Louis, la Sorbonne è famosa in tutto il mondo. Ai tempi delle sue umili origini, qui studiavano 16 studenti di Teologia. Oggi migliaia di studenti si contendono la possibilità di perfezionarsi qui in tutti i campi di studio. La cappella è l'unico edificio rimasto di quelli che vennero incaricati dal Cardinale Richelieu, rettore dell'università nel 1626, che è stato sepolto nella cappella. L'attività della Università venne bloccata durante la rivoluzione francese con un decreto del 1791 ma l'università riprese a funzionare con Napoleone nel 1806. Iniziata alla fine del XIX secolo venne creata una Nuova Sorbonne con le aggiunte del Palais Académique, il Grand Amphithéâtre e la Grande Bibliothèque nel corso di un importante progetto di ristrutturazione. Ai giorni nostri la Sorbonne continua ad accogliere i migliori studenti e ricercatori dalla Francia e dal resto del mondo perchè lavorino e apprendano insieme! Non c'é da pagare alcuna entrata per visitarci.

Solo poche persone sanno che il terzo museo più grande del mondo fu anteriormente la residenza principale dei re e degli imperatori di Francia per sei secoli. L'antica fortezza venne costruita nel 1190 sotto il regno del Re Philippe Auguste per proteggere il regno dalle invasioni delle tribù del nord (i vichinghi). Durante il XIV secolo sotto Carlo V, il palazzo venne ingrandito e di tanto in tanto costituiva una delle dimore reali. Il più grande cambiamento nella struttura originale fu fatta sotto il re François I. La medioevale Grosse Tour venne distrutta e sostituita con un lussuoso palazzo, ancor'oggi considerato un capolavoro dell'architettura del Rinascimento. Nel 1594, Henri IV decise di costruire un passaggio tra il Palace de les Tuileries e il Louvre, che era ancora conosciuto come "Grande galleria." La "Cour Carrée" faceva parte di un ampio progetto portato avanti sotto Louis XIII e Louis XIV per abbellire le residenze reali e costituisce un simbolo del periodo classico. Dopo che Louis XIV si spostò a Versailles, il Louvre non visse grandi cambiamenti. La costruzione più recente costituita dalla Piramide di vetro eretta da Leoh Ming Pei durante la presidenza di Mitterrand, e che oggi costituisce l'entrata principale del museo. Con i suoi 35.000 reperti e una superficie di quasi 2.419.800 metri quadrati, il Louvre non puo essere visto in un giorno solo. Il museo è diviso in otto sezioni: "Antichita dell'oriente e del medio oriente" inclusi tesori della Mesopotamia, Siria e Iran che risalgono al'epoca del Neolitico, "Antichità egizie, greche, romane ed etrusche che vanno dal 6000 p.e.v. al 600 e.v., "Arte islamica", "Sculture", "Arte Decorativa" che comprende fra l'altro le famose corone dell'incoronazione dell'Imperatrice Eugénie e di Louis XV, "Quadri" dal XIII secolo fino al 1848 e "Stampe e Disegni" (che si possono vedere su appuntamento). Oltre alla famosa Monna Lisa di Da Vinci e Festeggiamenti del Matrimonio di Cana del Veronese si possono ammirare opere del Rinascimento italiano (Tiziano, Raffaello, etc.), capolavori dei pittori fiamminghi come Rubens, Van Eyck ma anche di Vermeer il Lacemaker. Inoltre, molto famoso tra i francesi, non bisogna dimenticarsi dell'Autoritratto di Dürer, del Delacroix Liberté Guidant le Peuple o di David L'incoronazione di Napoleone. Fra gli sculture oltre alla Venere di Milo e la Vittoria alata di Samotracia, bisogna fare gli onori Schiavi di Michelangelo. Un po' di consiglio: avere pazienza e comprare i biglietti via internet per evitare le lunghe code. Si consiglia di tornare di notte per vedere le Piramidi illuminate! Entrata: EUR8.5. Per conferenze, proiezioni e concerti, consultare il programma dell'Auditorium. - Aurélie Pichard

Costruito tra il 1764 e il 1790, questo impressionate edificio venne commissionato dal Re Luigi XV in onore di Saint Genevieve, il santo patrono di Parigi, che lo aveva curato da una misteriosa malattia. Venne completata poco prima dello scoppio della Rivoluzione francese, quando venne modificata la sua funzione da chiesa a mausoleo per i grandi uomini di Francia. Oggi i turisti ammirano questo primo esempio di architettura neoclassica, il luogo dove riposano famosi scrittori e filosofi come Emile Zola, Victor Hugo, Jean-Jacques Rousseau, Voltaire, gli scienziati Pierre e Marie Curie e Andre Malraux, ministro con Charles de Gaulle. Nell'architettura della facciata si può facilmente riconoscere un tributo al Pantheon romano. La cupola, alta 83 metri ricorda la cupola della cattedrale di St. Paul di Londra e quella della cappella degli Invalides sempre a Parigi. Il monumento dedicato a Diderot proprio prima di entrare nella cripta è particolarmente forte, decorato dai magnifici affreschi di Saint-Genevieve. L'entrata per i minori è gratuita.

21 0 5 migliori-monumenti_TA1 2

Migliore